sabato 21 febbraio 2009

Tania e il Burka

Di recente sono di nuovo venuta a contatto con notizie riguardanti le donne islamiche, la cosa mi ha fatto venire in mente un passo dal libro "Tatiana e Alexander"


Vi ripropongo il passo:

"Shura!"
"Cosa c'è? Lo sai che in certi Paesi africani le donne non possono parlare al marito finché lui non le da il permesso?"
"Si, e in altri possono stare sia con il marito sia con il cugino del marito e dividono tutti lo stesso letto, se la donna lo vuole. Che ne pensi di questo? E in altri paesi io dovrei andare in giro completamente coperta da una...come si chiama..."
"Un sacco nero."
"No, il nome vero." "Un burka."
"Si,bravo. Sarei coperta da un burka dalla testa ai piedi per tutta la vita. Ma all'inizio del matrimonio dovresti sollevarmi il burka dalla faccia e io allungherei le mani per aiutarti e quello che tiene le mani sopra sarà il capo della coppia."
Rise. "quale preferisci marito?"
Le appoggiò le mani sul sedere ma non riuscì a parlare, soffocato dai suoi baci.
"Bene, per mettere fine alla questione", le disse con voce rauca, "la sorella di mio padre non ha avuto figli, quindi la faccenda del cugino è archiviata. E poi si, mi piacerebbe che tu indossassi un sacco nero così nessun altro potrebbe metterti gli occhi addosso.
E per rispondere al terzo punto, trovo difficile immaginare che uno scricciolo come te che fa il capo".
Ho la necessità di ricordare queste parole e queste piccole emozioni che Paullina ha saputo raccontare perché solo così trovo la forza di scrivere la dura realtà che ci circonda.

Avete mai sentito di donne bruciate dall'acido?
Donne normali, con una vita, una famiglia che vengono bruciate con acido, benzina e altri miscugli della morte.

"In alcune zone del mondo le donne "colpevoli" di una qualsiasi azione come per esempio di aver rifiutato le attenzioni di uomini che non desideravano o di aver parlato per strada con chi non dovevano vengono sfregiate con il vetriolo ( acido solforico in alta concentrazione usato nelle batterie dei veicoli a motore), facendo perdere esse ogni tratto somatico umano e avendo così la certezza che nessun uomo potrà mai avere una vita con lei.
A donne che hanno cercato di superare i limiti imposti dalla tradizione è stata inflitta una punizione atroce. Per le donne che "non osservano le regole", gli uomini possono usare contro di esse terribili strumenti di ritorsione come il vetriolo.
Il liquido è poco costoso e facilmente acquistabile in qualsiasi bazar. Serve per le batterie delle automobili, ma si vende anche nei villaggi dove non c’è nemmeno un’automobile.
Gettato sulla pelle, ne divora istantaneamente il tessuto, procura ferite e abrasioni simili alle ustioni da fuoco.
Le donne ne hanno il viso sfigurato per sempre, spesso perdono la vista a uno o a entrambi gli occhi. Il cuoio capelluto se colpito, rimane inerte per sempre.
Il volto si riga di cicatrici ipertrofiche e nodose, le ferite causano pesanti danni funzionali, ad esempio a carico dei movimenti facciali e della masticazione.
Se gettato sulle gambe, può penetrare fino alle ossa, ustionando le fibre dei muscoli e rendendo inabili le vittime. In alcuni casi, se le cure non sono tempestive ed efficaci, la vittima dell’attacco con l’acido può morire.

TESTIMONIANZA
Un caso per tutti serve a raccontare l’inferno in cui precipitano alcune giovani donne, quelle per le quali – a differenza di molte loro coetanee di altri paesi – è una sfortuna essere avvenenti e piacere a un uomo: Shelina, tredici anni, accecata e sfigurata dall’acido da un ragazzo di diciotto anni al quale lei continuava a dire di no. Una sera quando Shelina era alla fonte con le amiche a prendere l’acqua, lui le ha gettato addosso l’acido. Il ragazzo si è dato alla macchia, non pagherà mai per il suo misfatto e la gente dice che se una donna offende l’orgoglio di un uomo, una punizione se la deve aspettare. Shelina è oggi un fantasma vivente, inguardabile, negata alla vita, innocente."
Leggo questo articolo e penso a quando ero bambina, quando non sapevo che cosa voleva dire il male..vorrei tornare indietro a quei momenti di spensieratezza e di pace...ma la realtà invece è diversa.

Colgo l'occasione di questo intervento per riproporre un libro che ho letto già qualche tempo fa, ma lo consiglio a tutti per conoscere meglio la realtà che ci circonda:

BRUC
IATA VIVA
Suad, giovane cisgiordana, sta facendo il bucato nel cortile di casa quando sente sbattere una porta alle sue spalle.
È il cognato, che le rivolge una frase scherzosa.
Suad si volta per replicare ma all'improvviso il suo corpo è intriso di un liquido freddo che in meno di un secondo diventa fuoco.
Bruciare viva, è questa la punizione inflittale dalla famiglia per aver commesso il peggiore dei peccati, essere rimasta incinta prima del matrimonio.
Nonostante le ustioni di terzo grado che la ricoprono, Suad riesce a salvarsi. Con l'aiuto di un'organizzazione umanitaria, fugge in Europa. Da qui, con indosso una maschera che protegge e nasconde il suo viso deturpato, racconta al mondo la sua storia, sfidando la legge degli uomini e la loro sete di vendetta.
Ora Suad si è sposata, ha tre figli, vive in Francia ancora con la paura che i suoi famigliari possano tornare a concludere quello che non sono riusciti miracolosamente a portare a termine.


Sono alla fine del post..
mi mancano anche le parole..
torno su per rileggere le frasi di Tania e Shura..


un ringraziamento ad Alessandra per avermi indicato il passo esatto.

16 commenti:

orbeli ha detto...

grazie crème per questo post.
sinceramente nn ero a conoscenza di questa "usanza",se si puo' definire cosi',ampliamente diffusa in certi paesi,luogo nn poi cosi' distanti da noi.
sapevo delle lapidazioni,addirittura di omicidi,come e' successo a quella ragazza qui in italia,solo xk' voleva viversi la sua vita da adolescente.
ma di acido lanciato cosi',senza pieta',addosso ad una donna solo xk' rifiuta la corte di un uomo,nn ricordo nessun servizio al telegiornale o un articolo giornalistico..nn so' se nn ne hanno mai scritti o se e' semplicemente una mia mancanza...

un'immagine secondo me significativa,e' quella della ragazza deturpata che trucca e pettina un'altra donna "sana"..
e noi che ci lamentiamo di un brufolo o di una ruga..che ci lamentiamo di rotolini di troppo e di qualche chilo in piu'..proprio come abbiamo fatto noi ieri in ciat..

Violet ha detto...

Veramente una cosa orribile, neanch'io avevo sentito che usavano buttare l'acido per punizione...
Povere donne, E concordo con Orbeli quando dice che noi ci lamentiamo di un brufolo o rotolini vari...
Loro non possono neanche respirare tra poco senza che gli venga dato il permesso... Sono trattate peggio della carta igienica, neanche gli animali trattano in questo modo.
Gli uomini di questi posti gli paragono a dei mostri... Ma non gline faccio una colpa,purtroppo vivono nell'ignoranza e con poca istruzione che gli viene data... SPERO CHE UN DOMANI TUTTO QUESTO POSSA FINIRE...
Quello che mi chiedo e perchè trattano le donne in maniera così riluttante, sono esseri umani come loro... Ci vuole poco a capirlo...

Per ora non ci resta che chiudere gli occhi davanti a questo scempio...

DARKinside ha detto...

un post toccante e profondo scritto con tatto e semplicità! mi si è stretto il cuore a vedere le foto di quelle povere donne costrette a portare per sempre nei loro volti l'ignoranza del loro popolo, dei loro uomini che non conoscono amore, non conoscono pace e quest'ultima la tolgono agli altri.

bellissimo il passo del cavaliere d'inverno...l'ho letto giusto l'altra volta mentre sfogliavo alexander e tatiana, questa è - ancora una volta - la prova della completezza del romanzo della nostra paullina...che non ha limiti di spazio ed è senza tempo.

mi ha incuriosito il libro "bruciata viva"...lo leggerò presto!

grazie crème...questo post se avesse votazioni meriterebbe il massimo.

dark

DeeDee ha detto...

NN sapevo esistesse qst metodo cos= brutale...è sconvolgente!!!!
dovrebbero essere puniti ql k fanno qst...ank se nn sn coscienti di ql k fanno!!!!

le foto sn davvero toccanti...mi fanno pensare al fatto k qst donne passano un inferno col marito,invece di essere protette!!

sn davvero snz parole...

Taty ha detto...

Non ho parole x la crudeltà del mondo....... Sn disgustata...... Orribile......

Crème Brulée ha detto...

Lo so..
ci sono tante realtà a questo mondo che alle volte non vengono raccontate.
Se avete occasione leggete il libro che vi ho consigliato, lo si legge in mezza giornata, è molto intenso ed è una piccola finestra su un mondo ancora molto sconosciuto e tragico.
Molte volte si parla di acido ma viene usata la benzina, anche il petrolio..è come dare fuoco a una persona.

Lo sapete che non mi piace generalizzare, e sicuramente queste pratiche non sono molto diffuse, me esistono, e mi rattrista pensare che ci sono dei posti dove ci si comporta in modo così disumano.

Le parole di Paullina sono state necessarie, danno un po' di sollievo no? :)

non rattristiamoci però!

Taty ha detto...

Scusate se cambio argomento.... Da uno serio passo a una cazzata.... No volevo dire ke con tutto quello che ho scritto ieri in chat uno putrebbe considerarmi ancora più pazza..... Di come mi considera.... ;) No volevo solo far vedere cm ci può divertire in Chat anche da soli.... ;) Era una dimostrazione pratica ...... ;) Xò spero vi siate divertiti a leggere le cazzate dell' Alieno Impazzito..... ;) Uno ke si crede un figo.... Bah isommma è un pò scemo l' Alieno Impazzito..... ;) Ecco spiegato il Tutto.... ;)
Baci8
p.S. NON LASCIATEMI UNA CHAT INCUSTODITA... ;) VEDETE COME VA A FINIRE... ;)
P.P.S.Qulacuno conoisce un bravo psichiatara neurologo o roba simili???? ;) Capace di recuperare casi estremi come me.... ;)
p.p.p.Dovevo dire un' altra cavolata delle mie ma..... Non me la ricordo....;)

Gloria ha detto...

Questo post è stato davvero toccante...ho visto le foto,mio Dio è sconcertate...la foto in cui c'era sia la foto della ragazza divorata dall'acido e sotto quelle che era una volta...sconcertante...

Crème Brulée ha detto...

taty...tu mi fai morire alle volte dal ridere..
però...se trovi un bravo neurologo, psichiatra o cose simili fammelo sapere eh..che ci faccio una visitina pure io..ultimamente la mia testolina sta perdendo colpi...
eh eh..

un baciotto

Crème Brulée ha detto...

ciao Gloria,
hai ragione...
era da tanto che stavo preparando questo post, ma non avevo il coraggio di pubblicarlo proprio per l'intensità delle foto, e delle testimonianze..
ma è anche il momento di aprire gli occhi...

hei..mi sono dimenticata di darti il benvenuto nel blog!!! :)
a presto!!!!!

L' Alieno Impazzito ha detto...

Ehilà gente..... ;) Beh chiederò appuntamneto anke x te dal neurologo, Ok CrèMé???? ;) Insieme forse siè meno pazzoidi singolarmente..... ;) Ma qunte cazzate ho detto???? ;) Troppe e nn riesci a smettere.... Prprio ieri visto ke la mia bocca non la smetteve di rompere mi ha interrogato in storia.... ;) Ma qualcuno di voi mi può chudere la bocca con lo scotch???' ;)
Baci8

Crème Brulée ha detto...

ciao Alieno Impazzito !!!
uh uh uh..e come è andata l'interrogazione di storia??
io ragazze sto studiando..
:( :( :(

ma taty..qua sei libera di esprimerti....altro che chiuderti la bocca..che poi, detto tra noi, è un'impresa impossibile!!!!
eh!

Taty ha detto...

Caio Rga!!! Beh l' interrogazione..... MI Dice Venerdì.....ma allora posso continuaare a dire quello che voglio, Come al solito??? ;)
Beh Grzie....
Baci8

Pagnotella ha detto...

se nn ho mai lasciato un commento prima è xk è un argomento molto delicato, e qust cose mi fanno provare una rabbia profonda.
Davanti a qust dimostrazioni di disumanità e di ignoranza allo stato puro la gente giustifica qust persone dicendo "è la loro cultura". beh x me qust cs sn inammissibili. in alcun modo si possono giustificare dei simili gesti, ma ciò che più mi fa arabbiare è che mentre ttt ciò accade (insieme a tutte le altre forme di maltrattamento e di isolamento delle donne) nessuno si muove per risolvere questa situazione. Come avete giustamente detto anke negli altri commenti se ne parla poco anche nei mezzi di comunicazione, xk cm sempre è più facile far finta di niente, è più facile lasciare k ciò accada in silenzio...

ORBELI ha detto...

CONCORDO PIENAMENTE CON TE PAGNO..
NN SE NE PARLE SPESSO SECONDO ME XK' NN VI E' NESSUN TORNACONTO,E COME SEMPRE SI PREFERISCE PARLARE DI ALTRE COSE FUTILI E INSIGNIFICANTI...

Crème Brulée ha detto...

ciao ragazze...
lo so, vedere certe immagini fa male al cuore, ma mi sembrava giusto mostrarle accompagnate dalle parole di Paullina che danno conforto.

Io credo che sia inutile nascondersi e far finta che tutto questo non esista, è una parte di mondo che purtroppo c'è e bisogna affrontarla.
Non dico risolverla..ma aprire gli occhi..per questo un libro, un post possono toccare le vostre anime, i vostri cuori..non so cosa si possa fare in concreto..ma anche solo informarsi sulla realtà che ci circonda e non ci viene raccontata credo sia un passo avanti.

la tv quando affronta questi argomenti lo fa velocemente e male, creando magari un allarmismo e generalizzando la situazione se questa può essere utilizzata a fini politici...ma qui apriremmo un discorso che mi vede molto coinvolta!! :)

Ragazzi noi lo sappiamo che non si parla di cultura ma di pratiche disumane che non rispecchiano il modo di vivere e di pensare si certe popolazioni..lo dico perché ho una piccola passione per l'oriente e c'è molto da scoprire di bello e dolce..e se ci sarà occasione metterò qualcosa anche sul blog!

un bacio a tutti!

Ti piace il mio blog?

SONDAGGI SONDAGGI SONDAGGI SONDAGGI

consiglio fantasy: ROBERT JORDAN

"La Ruota del tempo gira e le Epoche si susseguono, lasciando ricordi che divengono leggenda;
la leggenda sbiadisce nel mito, ma anche il mito è ormai dimenticato, quando ritorna l'Epoca che lo vide nascere.
In un'Epoca chiamata da alcuni Epoca Terza, un'Epoca ancora a venire, un'Epoca da gran tempo trascorsa, il vento si alzò fra le colline.
Il vento non era l'inizio
Non c'è inizio né fine, al girare della Ruota del Tempo.Ma fu comunque un inizio."
La Ruota del Tempo - L'Occhio del mondo