venerdì 2 aprile 2010

LAZAREVO

Vi siete mai chiesti se LAZAREVO esiste? 
La risposta non è semplice!!

Facendo alcune ricerche
ho scoperto che in Russia esistono diverse città e villaggi che si chiamano Lazarevo.
Ne ho contate circa 29 sparse su tutto il territorio russo, ma chissà quante altre ce ne saranno!!

Posso anche farvi alcuni esempi:
esiste una Lazarevo nella regione di Vladimir, in quella di Mosca, di Leningrado, di Tver e potrei citarne altre.
Se ne deduce che Lazarevo è un nome molto comune per i paesini russi.

Ma la Lazarevo magica che abbiamo trovato descritta nel cavaliere d'inverno esiste???
Vi rispondo in base a quello che ha detto più volte Paullina rispondendo a qualche intervista e ai suoi fan:

Anche se esistono tanti villaggi che si chiamano Lazarevo in Russia, quello descritto nel cavaliere d'inverno non esiste, è un posto magico creato dalla nostra Paullina. 
Lo ha detto lei stessa che è una finzione e che rappresenta il "paradiso".
C'è infatti una metafora importante che si coglie nel racconto:
Paullina rimanda a Lazzaro che è stato risorto da Gesù, un richiamo molto forte che si collega all'immagine di Alexander che risorge a Lazarevo dove ritrova la vita. La vita era Tatiana.

ecco alcun passi che ci fanno capire tutto questo:
"Alexander andò a Lazarevo spinto dalla fede."

"Il vecchio Alexander non esisteva più. Era morto e rinato dentro quel cuore perfetto, dentro un'anima pura donatagli direttamente da Dio. A lui per lui." 
  
"C'era un filo che non poteva essere spezzato dalla morte, dal tempo, dalla distanza, dal dolore, dalla guerra o dal comunismo. Non si poteva spezzare, gli diceva Tatiana. Finché io sarò viva, gli sussurrava tra le labbra, anche tu lo sarai, soldato."

E' un'immagine molto forte!

Paullina dice che Lazarevo è frutto della sua fantasia, e questo "paradiso" può essere in ogni luogo dove si può essere felici!  Quindi tutti noi possiamo avere il nostro piccolo posto magico da condividere con il nostro Shura anche senza bisogno di andare a rifugiarci in una isba (nella foto qui accanto) nei monti Urali.

Chiarito il significato di Lazarevo e avendo fatto tesoro delle parole di Paullina ho continuato le mie ricerche, e mi sono chiesta, visto che ci sono così tanti paesetti con questo nome, vuoi che non ce ne sia uno proprio sul fiume Kama ???

Ripercorriamo mentalmente il tragitto percorso da Tatiana:
Lei parte da Leningrado per recarsi a  Ladoga dove attraverserà la strada della vita attraverso il fiume Kobona. Giunge poi a Volchov, attraversa il Volga ghiacciato e arriva a Motolov.
A 10 km da questo paese si trova il piccolo villaggio di pescatori che sorge sul fiume Kama.

Tutte queste città esistono, quindi seguendo le indicazioni geografie ho fatto alcune scoperte interessanti.


La città di Motolov, dove si sono sposati Tania e Shura, non esiste più come città separata, ma ora è un quartiere della città di Perm.



E si trova nella regione di PERM che potete vedere evidenziata in rosso nella foto qui accanto.

E proprio li presso la contea di Vereshagino esiste davvero un paesino chiamato LAZAREVO (Лазарево) .

Quando avete letto il cavaliere d'inverno avevate capito quanta strada aveva fatto Tatiana per arrivare nel piccolo villaggio dove vivevano i suoi nonni?

In questa cartina ho evidenziato San Pietroburgo e Perm per farvi capire la distanza che c'è tra le due città. ( ho anche evidenziato con un rettangolo altre città che vengono citate nel viaggio di ritorno di Tatiana)
Tantissimi km per trovare il loro paradiso, la loro privacy e per vivere il loro amore.

E' anche possibile che io mi sia sbagliata nelle mie ricerche. 
Però ho seguito tutti i riferimenti: il fiume kama è vicino a Perm e tra i monti Urali e quindi sembra proprio avvicinarsi molto al villaggio descritto nel libro, ok ok forse non sarà proprio quello, però al meno ora abbiamo un'idea più precisa!!!
Non resta che sognare con le immagini di questi posti che la stessa Paullina ha condiviso con noi dal suo sito.

Due foto del Fiume KAMA, possiamo immaginarci Tania e Shura sulla riva...
questi sono i Monti URALI, la foresta  mi fa pensare a questo passo:
"Lazarevo era al di là di una rada foresta di pini lunga dieci chilometri"
ecco la foto postata da Paullina Simons intitolata: URALI, LAZAREVO... 
(appunto critico..ma di tutte le foto di Lazarevo..proprio questa Paullina ha scelto di condividere con noi!!!!)

Dice Paullina Simons:
" Lazarevo è stato il punto fondamentale di tutto il mio libro in cui si è dimostrato come il loro amore fosse semplice, universale, appassionato e difficile da raggiungere in un luogo in cui l'ideologia è posta sopra l'umanità"
e ora la parola a voi lettori!!
  • Anche voi avete una piccola Lazarevo che condividete con il vostro Shura?
  • Quanto secondo voi sono importanti i giorni passati a Lazarevo da Tania e Shura?
  • Vi è rimasto nel cuore di più Lazarevo o Leningrado?




14 commenti:

Tatia♥ ha detto...

Creme complimentiiiii...
sono rimasta incantata da questo meraviglioso post... Davvero bellissimo =)
Anche io ho provato a cercare molte volte nelle le cartine su internet questi posti incantati ma non sono mai riuscita a trovare proprio Lazarevo...sicuramente ce ne saranno tanti in russia ma proprio quel paradiso dove tatia e shura vivevano la loro privacy e il loro amore non esiste!! Poi quelle immagini del fiume Kama e della casetta sono bellissimeee!! vengo proiettata nell'incantevole ambiente che viene descritto nel libro dove Tatiana e Alexander potevano vivere il loro amore senza nessuna complicazione!♥

BACI A TUTTI...

Tatia♥ ha detto...

Creme complimentiiiii...
sono rimasta incantata da questo meraviglioso post... Davvero bellissimo =)
Anche io ho provato a cercare molte volte nelle le cartine su internet questi posti incantati ma non sono mai riuscita a trovare proprio Lazarevo...sicuramente ce ne saranno tanti in russia ma proprio quel paradiso dove tatia e shura vivevano la loro privacy e il loro amore non esiste!! Poi quelle immagini del fiume Kama e della casetta sono bellissimeee!! vengo proiettata nell'incantevole ambiente che viene descritto nel libro dove Tatiana e Alexander potevano vivere il loro amore senza nessuna complicazione!♥

BACI A TUTTI...

Taty ha detto...

lazarevo quindi esiste... ♥
xò forse paullina cn lazarevo ha voluto dirci ke lazarevo può essere un qualsiaisi posto in cui beh.. viviamo in maniera assoluta l' amre x il nostro shura o per la nostra tatia... ♥ lazarevo è in ognuno d noi... lazarevo ce lo creiamo noi... xkè penso ke se anke lazarevo fosse stato un villaggio in siberia... sarebbe stato cmq lazarevo... coiè intend ke avrebbe rappresentato quello ke rapprsenta lazarevo... nn so se mi sn spiegata... ;)
cmq crèmèe sei un genio... ;) e W LAZAREVO.... ;)
BACI8 A TT!!! ;)

silvia ha detto...

CREME!!!!!il post è bellissimo.....kmq anke io km tatia ho provato a cercare LAZAREVO ma senza risultati...anke io vorrei avere un"paradiso"da condividere kn qualkuno ma mi accontento di kiudermi nella mia stanza a chiave x avere un pò di relax!!!!!XD......kmq secondo me lazarevo è avvolta nella magia ke inizia qnd alexander va x vedere se tatia è ankora viva e finisce qnd lui deve tornare al fronte......insomma io penso ke tt qnt noi abbiamo un piccolo "paradiso".....!!!! :)

solstiziodestate ha detto...

ciao a tutti!volevo complimentarmi con creme! come sempre i suoi post sono bellissimi! anke io avevo cercato lazarevo ma mi ero fermata a perm, la vekkia molotov....
per qnt mi riguarda ,nonostante il mese ke i nostri amati tatia e shura hanno vissuto lì, io sono molto più legata a san pietroburgo... xkè è lì ke tutto è cominciato!!!!<3... spero di andarci un giorno!...

Coco ha detto...

Crème, cara...
che dire?! come solito i tuoi post meritano davvero la nostra attenzione.
Eh già...lo ammetto! anche io ho cercato i luoghi citati nei libri su google maps!!!
Lazarevo...San Pietroburgo: scelta difficile. Posso dire che mi sono rimasti nel cuore entrambi in modo molto diverso. San Pietroburgo è il luogo della sofferenza, della cattiveria, della guerra; ma è anche il luogo dove tutto ha inizio, dove l'amore tra Tatia e Shura sboccia. Lazarevo è il posto della pace e della bellezza, dove l'amore tra i due raggiunge il suo apice. Difficile quindi scegliere: i due luoghi sono tra loro inscindibili. Senza San Pietroburgo...Lazarevo non potrebbe esistere.
Io..la mia Lazarevo...l'ho trovata, sì! e anche il mio Shura! mi auguro solo che la vita mi sorrida sempre...
Grazie Crème...

laila ha detto...

Crème,è bellissimo questo nuovo post!!!!
Guardando le immagini mi sono lasciata catturare dai bellissimi ricordi che hanno suscitato nella mia mente.In questi luoghi l'amore di Tania e Shura è nato,cresciuto si è consolidato.
Come non pensare a Lazarevo vedendo quella piccola dacia???E le immagini del fiume Cama??sono così poetiche!!!
Grande Crème,ancora una volta ci hai saputo emozionare.Un bacio.!!

Klay ha detto...

Cremeeee bravaa!!
LAZAREVO è secondo me il periodo più bello di Tatia&Shura anche se quello che mi è rimasto più nel cuore è quello della loro estate a Leningrado. Ci saranno un sacco di Lazarevo in Russia ma sono una è la Lazarevo dell'amore di Tatiana e Alexander!!♥
Baciotti a tutti..!!

Alexander ha detto...

che bel postone!Ora che sappiamo dove è lo sperduto Lazarevo, propongo viaggio da S.Pietroburgo a Lazarevo. Chi viene?

Lena ha detto...

Vengo io!!ho sempre sognato di vedere San Pietroburgo ma non ci vuole andare nessuno :( Comunque penso che facendo il viaggio in golf ci si metta un mesetto..Crème secondo me anche se sembra molto lontano da Leningrado è attendibile il tuo discorso perchè nel libro Alexander viaggia quasi una settimana per arrivarci e quando le signore anziane parlano del viaggio di Tatiana sembra molto lungo, quindi.. HAI TROVATO LAZAREVO!!!Fai un post sul lago Ilmen secondo me è un altro luogo da sogno

Crème Brulée ha detto...

Sono contenta che vi sia piaciuto il post su Lazarevo!! Mi è piaciuto molto cercare la mappa e vedere quanta strada hanno dovuto fare Tatiana e Shura per trovare questo piccolo paese ad ovest dei monti Urali.

Nel creare il post avevo sotto mano sia il primo libro che il secondo, ho praticamente tracciato una mappa di tutti i luoghi attraversati prima da Tania e poi da Alexander nel viaggio verso e da Lazarevo, e tutto porta alla città di Perm. Anche se paullina ha chiaramente detto che è un posto inventato volevo capire bene dove si trovasse di preciso.

Lazarevo diventa importantissimo nella storia tra i protagonisti, soprattutto se pensiamo cosa devono affrontare dopo. E pensate al secondo libro, la lontananza...senza Lazarevo forse sarebbe stato più facile dimenticarsi? cosa pensate? Quei pochi giorni di licenza hanno dato respiro e speranza all'amore.

Come Smolte di voi io porto nel cuore San Pietroburgo, e quando penso a Tania e a Shura li penso li, in un estate calda o nel freddo inverno. INSIEME, sempre.
E' li che è nata la tenerezza di un amore così grande che poi è esplosa a Lazarevo.
Oltre a questo la guerra come elemento è molto forte nel resto del libro e senti proprio il peso delle bombe e la sofferenza delle persone. Sono momenti molto intensi che a Lazarevo sembrano quasi lontani.

Io sono pronta a partire con Alexander e tutti quelli che vogliono aggregarsi!! ;)

Lena Lena..nessuno? forse per il costo del biglietto, perché la città è bellissima, ricca di storia, di luoghi da visitare, in un clima estivo delizioso...solo che il viaggio è caro.

lago Ilmen !! è nella lista dei prossimi post!!! ;)

un bacio a tutti!

Lena ha detto...

Nessuno Crème :( e poi costa tanto. Comunque anche per me Tatiana e Alexander sono sempre a Leningrado.Lei che esce dalla Kirov e semplicemente passeggia con lui, prendono insieme il tram e piano piano entrano l'una nel cuore dell'altro. Poi per me è essenziale il momento dell'assedio. In ogni pezzo di pane, di cioccolato , in ogni piccolissima carezza c'è l'amore di Tatiana e Alexander così denso e pieno di luce nelle vie devastate di Leningrado. Il momento della slitta poi è qualcosa di straordinario. Nel leggerlo senti il gelo e la stanchezza di Tatiana, la disperazione di quei momenti e poi senti il tocco della mano di Alexander e la sua voce che la riporta alla vita. Il loro amore è imprescindibile da Leningrado.Lazarevo invece è un momento di gioia,di normalità. Tatiana si è salvata ed è un miracolo che ce l'abbia fatta. Quando viene descritta con gli occhi di Alexander commuove dopo aver letto come si era ridotta durante l'assedio.
Ancora più forte di Lazarevo per me è Luga. La notte che passano vicini nella tenda è un momento profondamente intimo, lontano da tutti per la prima volta.
La bravura della Simons è nel rendere Tatiana e Alexander stessi un "diario" costante di ricordi,luoghi,parole come se in ogni attimo della nuova vita in America continuassero a rivivere il passato in una costante meraviglia dell'essersi trovati. Come se il loro amore li rendesse eterni. è difficile trovare questo in altre scrittrici.

Taty ha detto...

Mi aggrego alla camitiva d alexander... ;) ihiiii insommma viaggione d gruppo... ;)
xò ki parla russo???? mah... qlcn parlerà russo... ;)
al massimo si va a gesti... ;) oppure un bel mix di lingue... cm è capitato a me a san pietroburgo ke la tontolona della commessa INGLESE ZERO FRANCESE QLCS... RUSSO YEAHHH!! ;) MA KI LO PARLA..
Baciniii

Nella ha detto...

Complimenti davvero per la tua ricerca, molto interessante e molto plausibile. ^__^

Ti piace il mio blog?

SONDAGGI SONDAGGI SONDAGGI SONDAGGI

consiglio fantasy: ROBERT JORDAN

"La Ruota del tempo gira e le Epoche si susseguono, lasciando ricordi che divengono leggenda;
la leggenda sbiadisce nel mito, ma anche il mito è ormai dimenticato, quando ritorna l'Epoca che lo vide nascere.
In un'Epoca chiamata da alcuni Epoca Terza, un'Epoca ancora a venire, un'Epoca da gran tempo trascorsa, il vento si alzò fra le colline.
Il vento non era l'inizio
Non c'è inizio né fine, al girare della Ruota del Tempo.Ma fu comunque un inizio."
La Ruota del Tempo - L'Occhio del mondo