giovedì 3 febbraio 2011

YURIY HANDLER 1936-2011 : il padre di Paullina Simons

Brutte notizie dal blog di Paullina Simons.

Una notizia che mi ha sconvolta visto gli ultimi eventi che hanno riguardato la vita della nostra scrittrice preferita, prima la nonna, poi la mamma..e ora anche il padre di Paullina se ne è andato.

Paullina lascia parlare l'articolo che ha postato, 
non aggiunge altre parole.



Questa la traduzione dell'articolo:

Dissidente sovietico, ex Direttore del RFE / RL è morto.
 
Gennaio 18, 2011
 
North Carolina, l'ex dissidente sovietico e da lungo tempo giornalista Yuriy Handler è morto in North Carolina dopo una battaglia di sette mesi con il cancro al pancreas.
 
Handler, l'ex direttore di RFE / RL 's Russian Service, è morto nella città di Murphy, in North Carolina, il 17 gennaio.
Aveva 74 anni.
Handler è stato un dissidente sovietico che era stato arrestato dal KGB nel 1968.
Ha trascorso tre anni nel GULAG e due anni in esilio per "attività anti sovietica".
Lasciò l'Unione Sovietica nel 1973 e si stabilì a New York.
Handler ha iniziato la sua carriera al RFE / RL nel 1974.
E 'stato nominato redattore capo di RFE / RL' s Russian Service Bureau di New York City nel 1988.
E 'stato direttore del servizio russo da 1992 -1998, prima a Monaco e poi a Praga.

Mi dispiace tanto per Paullina..
vedo molto di Tatiana nella sua storia.
Cosa sappiamo di Yuri Handler?

"Nel 1968, quando aveva cinque anni, suo padre (Yuri Handler) fu arrestato per attività anticomuniste durante l'invasione sovietica della Cecoslovacchia. 
Fu incarcerato per un anno, poi spedito in un gulag per due anni. 
Dopo la sua liberazione, nel 1971, fu esiliato a Tolmachevo, dove fu impiegato nella costruzione dei pali del telefono. 
Durante gli anni di prigionia il padre di Paullina colse l’occasione per imparare l’inglese
Nel 1973, domandò al governo sovietico l'autorizzazione a emigrare che gli fu concessa. 
Dopo aver vissuto un autunno a Roma, la famiglia Handler arriva a New York per il giorno del ringraziamento.
Per il fatto di conoscere l’inglese il padre di Paullina trovò un lavoro molto al di sopra degli impieghi da operaio tradizionale che numerosi immigrati ottenevano."

Ha lasciato due figlie: Paullina Simons e Elizabeth Handler e quattro nipoti: Natasha, Misha, Kevina e Tatiana, e un fratello Alex Handler.  Altre notizie qui.

Gli altri post sulla FAMIGLIA DI PAULLINA SIMONS:

 un abbraccio

14 commenti:

solstiziodestate ha detto...

mi dispiace tantissimo! =(

Alex ha detto...

condolianze!

Ilaria ha detto...

Povera Paullina...spero che supererà questo brutto periodo con l'aiuto della sua famiglia e il sostegno dei suoi fan! :(

Anonimo ha detto...

mi dispiace

Jomax ha detto...

Che tristezza, mi dispiace molto! =(

Coco ha detto...

per quello che può contare...un caro abbraccio

Bethel ha detto...

Noto che si dev'essere ispirata moltissimo a suo padre per il personaggio di Alexander.. :(

Orbeli ha detto...

Un abbraccio forte e sincero alla nostra carissima Peullina

Crème Brulée ha detto...

Hai ragione Bethel, credo che Paullina abbia preso molto dalla storia di suo padre e dei nonni per raccontare Alexander e Tatiana.

Anonimo ha detto...

Paullina scrive sempre con una profonda fede che riesce a conquistare tutti. Suo padre e sua madre devono essere stati persone eccezionali.

Valeria ha detto...

Ciao! Seguo il tuo blog da un paio di mesi, dopo aver letto Il Cavaliere d'Inverno. Complimenti per l'eccezzionale lavoro che svolgi fornendo tante interessanti informazioni sulla grande Paullina Simons e la sua meravigliosa opera che è entrata prepotentemente nel cuore di tutti noi che l'abbiamo letta.

Detto questo, permettimi di fare una segnalazione: da poco meno di un anno anche io ho aperto un blog in cui mi diletto a scrivere recensioni dei libri che leggo. Questa è la mia recensione de Il Cavaliere d'Inverno: http://loscaffaledeilibri.blogspot.com/2011/02/il-cavaliere-dinverno.html Leggila se ti va e dimmi cosa ne pensi (accetto anche critiche negative :) ).

Un saluto e ancora complimenti per il blog.

solstiziodestate ha detto...

ciao Valeria!
ho letto il tuo commento e sono andata a dare un'okkiatina..bello! mi è piaciuto quello ke hai scritto! spero tu abbia letto anke il giardino d'estae ke non menzioni nella recensione! fallo subitooo!!!

Crème Brulée ha detto...

Ciao Valeria,
sono felice che segui il blog con interesse. Devo dire che in qusto periodo avendo iniziato a lavorare e facendo la pendolare il tempo per fare delle ricerche approfondite sulle varie tematiche della Russia manca, però cerco sempre di tenere il blog aggiornato!

Sai ora che leggo la tua recensione mi pare che fosse stata già segnalata da qualche ragazza del blog!
E questo mi riporta in mente che devo creare una sezione del blog dedicata alle vostre recensioni, ce ne sono davvero tantissime sul web, e tutte trasmettono emozioni.
Potrei iniziare propsio con la tua, che dici?

Allora intanto consiglio a tutti di andare sul blog di Valeria:

<'a href="http://loscaffaledeilibri.blogspot.com/2011/02/il-cavaliere-dinverno.html/">Lo scaffale dei libri<'/a>

Anche tu una blogger, un blog è un impegno e ti fa condividere le passioni con altri utenti. Incontri persone, scambi idee e le distanze di accorciano!

ps. ho lasciato un commento sul tuo blog, facci sapere se hai scritto o se stai scrivendo altre recensioni sui libri di Paullina.

pps. ti ho aggiunta nell'elenco dei LINK AMICI!!

un salutone

Valeria ha detto...

@solstiziodestate: ciao! Grazie mille per la visita. "Il giardino d'estate" l'ho menzionato nella biografia della Simons ;) Grazie ancora e continua a seguirmi.

@Crème Burlée: ho letto il tuo commento sul mio blog e ti ho anche risposto ;) Grazie di cuore per la visita e per avermi aggiunta nell'elenco dei link amici. Grazie davvero!
Come ti ho scritto nel commento, ancora devo leggere gli altri due libri della saga, lo farò a breve e a fine lettura arriveranno le recensioni. Prometto che appena le pubblicherò ti/vi avviserò ;)

A presto! Un salutone!

Ti piace il mio blog?

SONDAGGI SONDAGGI SONDAGGI SONDAGGI

consiglio fantasy: ROBERT JORDAN

"La Ruota del tempo gira e le Epoche si susseguono, lasciando ricordi che divengono leggenda;
la leggenda sbiadisce nel mito, ma anche il mito è ormai dimenticato, quando ritorna l'Epoca che lo vide nascere.
In un'Epoca chiamata da alcuni Epoca Terza, un'Epoca ancora a venire, un'Epoca da gran tempo trascorsa, il vento si alzò fra le colline.
Il vento non era l'inizio
Non c'è inizio né fine, al girare della Ruota del Tempo.Ma fu comunque un inizio."
La Ruota del Tempo - L'Occhio del mondo